Ecco come Allegri ha battuto Sousa. L'arbitro ha rischiato

Lo strolago di Brozzi ha fallito entrambi i pronostici, ma le previsioni tattiche sono state abbastanza centrate. Anche perché abbiamo parlato per ogni squadra di due diverse possibilità. 

Brevemente su Napoli Roma - I giallorossi, sulla disposizione del centrocampo, hanno scelto come soluzione quella di giocare con il vertice alto, per andare a prendere Jorginho. Il Bologna la domenica prima aveva scelto una soluzione differente. La squadra di Garcia si è chiusa molto, mentre il Napoli ha giocato a viso aperto.

 

Juve-Fiorentina: i bianconeri hanno scelto l’1-3-5-2. Vista così, tre difensori centrali contro una sola punta dei viola, parrebbe una soluzione troppo di attesa, ma non è andata in questo modo. Perché di fatto i difensori centrali, a rotazione, erano due. Bonucci-Barzagli quando Chiellini usciva su Ilicic Bonucci-Chiellini quando Barzagli usciva su Borja Valero. Così non si è mai verificato che ci fossero tre difensori contro Kalinic. É stata questa una chiave importante della gara perché la coppia centrale variabile dei bianconeri ha oscurato la prima punta viola, che è l’unico dell’avanti della Fiorentina che attacca la profondità. 

LO SCACCHIERE - Marchisio a fare filtro davanti alla difesa e, all'occorrenza, a marcare Borja Valero o Ilicic se capitavano nella sua zona. Sugli esterni i duelli Evra-Bernardeschi Cuadrado-Alonso. Ha provato la Juventus ad andare a prendere i tre difensori della Fiorentina con Mandzukic e Dybala su Gonzalo Rodriguez e Astori, e con Pogba che si alzava su Tomovic e Marchisio che scalava in avanti su Badelj. Poi le distanze sono diventate troppo lunghe e dopo un po’ la Juventus ha preferito aspettare la Fiorentina venti metri più indietro. 

VIVA L'ITALIA - La Fiorentina ha palleggiato, molto ed elegantemente. Con le due mezze punte che andavano a creare superiorità numerica in mezzo ai centrocampisti. Superiorità di palleggio deI viola, ma a parte il rigore, rarissime conclusioni. La Fiorentina, portata da sempre a recuperare palla in avanti, ha alternato i tanti momenti di pressing alto a momenti nei quali retrocedevano tutti sotto linea palla. Così ha fatto la Juve con qualche momento di pressing alto. Partita bellissima sul piano tattico, su quello dello spettacolo e per i colpi individuali. Senza un attimo di respiro. Non c’era tempo. La Fiorentina esce sconfitta, ma a testa alta e con la consapevolezza di aver contribuito ad un grande spettacolo. 
Un dubbio: che ci sia meno bisogno di sbavare dietro ai campionati stranieri? 

ORSATO PROMOSSO - L’arbitro: dieci e lode. Anche lui, preso dal gioco, ha lasciato correre e i giocatori non hanno avuto tempo di protestare. Orsato ha rischiato, ma ne è valsa la pena, perché con quattro fischi in più per tempo non sarebbe stato lo stesso spettacolo. 

 

Ulivieri per CM
0
1
0
s2smodern
powered by social2s

Warp Theme Framework

Warp Theme Framework

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. Ut enim ad minim veniam, quis nostrud exercitation ullamco laboris nisi ut aliquip ex ea commodo consequat. Duis aute irure dolor in reprehenderit in voluptate velit esse cillum dolore eu fugiat nulla pariatur. Excepteur sint occaecat cupidatat non proident, sunt in culpa qui officia deserunt mollit anim id est laborum.

0
1
0
s2smodern
powered by social2s

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza . I cookie utilizzati per il funzionamento essenziale di questo sito sono già stati impostati . Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e come eliminarli, vedere la nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.